Wellworn Banana – Anytime Mia Cameretta Records / Lady Sometimes

Il famigerato indie rock in Italia è una stanza chiassosa in cui l’anonimato è il lascia passare di incontri sorprendenti. Dentro si può trovare di tutto: new wave, punk rockdream pop, lo-fi. E allora perché si usa lo stesso nome per catalizzare ondate così diverse per cultura ed estrazione musicale?  Perché alla base c’è, oltre l’ovvio rimando all’indipendenza dalle major, una certa sincerità di intenti: io sono così, prendere o lasciare ma sono felice se ascolti quello che ho da dire. In questo senso Anytime si può definire un disco indie, perché è diretto e scivola con piacere tra generi riconoscibili e diversi, dalla carezza trattenuta di P. agli affondi shoegaze di Blast off alle declinazioni fuzzy di Grandmother.

Il primo album solista di Ettore Pistolesi (alias Wellworn Banana) ricorda i pomeriggi adolescenziali trascorsi sdraiati sul letto ad ascoltare Dinosaur jr e Sonic Youth per chi sa cosa voglio dire, quell’arrendevolezza alle giornate tipica di un’età in cui ci si può aspettare di tutto perché ancora non si è vissuto abbastanza. Il disco, missato e masterizzato da Filippo Strang (Flying Vaginas) presso il VDSS Recording Studios, è una chiacchierata notturna con un amico lontano e la promessa che anche da grandi si può conservare quella semplicità del sentire che rende i pomeriggi più autentici e gli incontri più attesi.

Tracklist

  1. P.
  2. Song One
  3. Grandmother
  4. Blast Off
  5. Slow Time
  6. Rui Costa
  7. Instrumental Song
  8. Adele
  9. Yo la song

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *